Secchezza oculare, cause e rimedi

Bruciore agli occhi? Prurito? Sensazione di disagio? Fotofobia? Annebbiamento temporaneo della vista? Sono tutti sintomi che interessano la sindrome – molto più diffusa di quanto non si pensi – dell’occhio secco e le cui cause possono essere molteplici.

Tali cause, individuate da medici specialisti, variano da soggetto a soggetto e dipendono anche da fattori ambientali (inquinamento, fumo, pulviscolo atmosferico, pollini, etc.) sanitari (assunzione di particolari farmaci, malattie, menopausa) e dall’eventuale abuso di dispositivi quali lenti a contatto o device di cui tablet, cellulari, computer. In alcuni casi, la secchezza oculare può essere generata dalla scarsa produzione, o eccessiva evaporazione, della pellicola lacrimale che riveste, e lubrifica, gli occhi.

Il primo passo per affrontare il problema è rivolgersi al proprio oculista di fiducia per valutare eventuali cause organiche o patologie che possono essere alla base del problema. Nella maggior parte dei casi, la sindrome dell’occhio secco, non ha origini patologiche ma si può riportare alle condizioni ambientali o a una scarsa idratazione dell’organismo e può essere gestita in modo topico applicando umettanti normalmente a base di acido ialuronico, che hanno la funzione principale di idratare e lubrificare l’occhio, sotto forma di spray oculari o gocce.

Idrata i tuoi occhi attraverso il tuo corpo!

Come si dice spesso, la buona salute inizia a tavola, quindi per idratare i nostri occhi, iniziamo dalla cucina integrandola con alimenti contenenti vitamine A, B6 e C, ma anche potassio, zinco, omega3.

In quali alimenti troviamo vitamine e minerali per la buona salute dei nostri occhi

Vitamina A: frutta, verdura giallo-arancione-rosso, verdure a foglia;
Vitamina B6: farine integrali, frutta secca;
Vitamina C: agrumi, peperoni, broccoli, kiwi;
Potassio: patate, banane, albicocche, soia;
Zinco: cereali integrali, legumi
Omega 3: pesce azzurro

Inoltre, può sembrare scontato, ma l’acqua è fondamentale anche nel caso di secchezza oculare per riuscire a idratare l’organismo. Altrettanto fondamentale è evitare il fai da te. Niente approssimazioni e iniziative che non siano vagliate preventivamente dal proprio medico.

Articoli simili

×

 

Ciao, come possiamo aiutarti?

Clicca e inizia a parlare su WhatsApp

con un nostro esperto della visione.

×